Open: progetto per lo sviluppo del Turismo attraverso lo Sport.

Premessa:

Negli ultimi anni si è parlato tantissimo di quanto lo sport sia in grado di trainare il turismo grazie alla passione che accomuna milioni di persone, che per vari motivi si muovono sul territorio per partecipare a ritrovi, gite, manifestazioni, escursioni, educational, gare ecc.;

I nostri cugini di Finale Ligure è da più di 10 anni che investono in questo settore (oltre il resto) con ottimi risultati di presenze durante tutto l’anno (andate a vedere quanti svizzeri, tedeschi ed inglesi vengono a praticare Mountain Bike Freeride, Cross Country e All Mountain in bassa e media stagione!!).

Nel nostro Golfo, decisamente vocato alla pratica di tantissimi Sport Outdoor, si è fatto poco rispetto al necessario (soprattutto per mancanza di soldi e di volontà). Le Associazioni di Bikers più attive hanno lavorato al massimo delle loro forze promuovendo il territorio, i percorsi, gestendo la pulizia e la segnaletica ed organizzando gare agonistiche, ma trovando di fatto poca collaborazione da parte di Enti, tessuto economico e Residenti.

In tema di Mtb negli anni scorsi si organizzavano, con grandi sforzi, importanti manifestazioni: la Terre Blu e la Lucus Bormani nè erano le principali.

L’evento che mi ha fatto riflettere:

A febbraio 2010, dopo aver incontrato casualmente i presidenti delle Associazioni organizzatrici della Terre Blu e la Lucus Bormani, mi sono reso conto che non sarebbero più state organizzate: un indotto per il Golfo di circa 1.200 partecipanti alle gare e almeno altrettanti familiari, tecnici, accompagnatori ecc. in periodo di bassa stagione (parliamo di clienti in hotel, bar, ristoranti ecc.).

Mi sono chiesto (mettendomi anche nei panni dei commercianti e dell’amministrazione comunale che non le aveva appoggiate) come poter rinunciare alle 2 manifestazioni importanti del Golfo e al loro indotto economico considerando che di altro non ci sarebbe stato molto da proporre, anzi praticamente nulla.

Riflettevo, oltrechè sulla cancellazione delle gare agonistiche, sul perchè nel Golfo Dianese nessuno avesse pensato ad un progetto collaborativo e serio atto a promuovere tutto lo sport outdoor praticabile; non avrebbe risolto la crisi ma per lo meno avrebbe dato un supporto alle imprese.

E’ vero che noi liguri siamo individualisti;
ma in periodi di crisi economica generalmente ci si tira su le maniche per correre ai ripari.

Mi sono dunque consultato con un gruppo di Amici e Clienti Albergatori chiedendogli se erano disposti a supportare un progetto di promozione turistica basato sull’offerta sportiva, coinvolgendo tutto il tessuto socio-economico.

Poi mi sono consultato con i rappresentanti delle Associazioni locali per capire se si poteva contare sul loro supporto.

Le risposte sono state positive;

E’ nata dunque l’idea di “Open” un progetto cosi concepito:

FASE 1:

  • apertura di un sito informativo (questo) con l’offerta Sportiva Outdoor del Golfo Dianese che, a meno di smentite, non esiste.
  • coinvolgimento di 4/5 persone, in qualità di Guide, che diano informazioni periodiche sulle risorse del Golfo (segnalazioni, itinerari, eventi, raduni, corsi, gare, ecc.).
  • divulgazione del progetto a livello nazionale ed internazionale agli appassionati e potenziali turisti interessati al Golfo Dianese.
  • divulgazione del progetto a livello locale (tessuto economico, enti, associazioni).

FASE 2:

  • segnalazione razionale su strada di tutti i tipi di percorsi (mtb, running, trekking ecc.).
  • segnalazione di tutti i siti (vela, windsurf, parapendio ecc.).
  • tracciamento gps di tutti i tipi di percorsi (mtb, running, trekking ecc.) e inserimento dei file sul sito.
  • stampa di materiale cartaceo (cartine, guide ecc.).
  • promozione di eventi e manifestazioni di terze Associazioni.

FASE 3:

  • creazione di pacchetti turistici in collaborazione con le strutture Alberghiere.
  • creazione di un centro Prenotazioni.
  • finanziamento/sponsorizzazione alle Associazioni per la creazione di eventi e manifestazioni di grande richiamo.

Il mio pensiero, il nostro pensiero:

con lo sport si può fare turismo, e tanto!
insieme si può fare turismo, e tanto!

Andrea Ippolito
Presidente Open